Metodo Holding

Si chiama Metodo Holding e Consiste in un Abbraccio che Risolve un Conflitto Emotivo.

Può capitare di trovarsi come genitori a fronteggiare una vera e propria crisi di pianto o rabbia del nosto bambino. Quale può essere la soluzione più adatta per risolvere il Conflitto emotivo che sta vivendo il nostro piccolino in quel momento?

Alcuni ignorano lo stato emotivo del bambino, credendo nell’autoconsolazione; altri perdono il controllo e si arrabbiano a loro volta, altri giocando tentano di distrarre il bambino dal motivo del conflitto.

Oggi vogliamo parlare invece di un metodo alternativo, utilizzato in ambito educativo, anche se ancora poco conosciuto dai genitori: il metodo Holding. Questo metodo ricorre all’abbraccio, un gesto d’affetto universale, come contenitore delle emozioni del bambino.

L’abbraccio del metodo holding è un abbraccio contenitivo, che si applica in un momento di forte agitazione psicomotoria del bambino. L’esempio classico è la crisi di rabbia incontrollata, con pianti e urla. E’ un abbraccio forzato, inizialmente non corrisposto: l’adulto infatti abbraccia con fermezza il bambino, contenendone le emozioni e lasciando che, attraverso la forza di quell’abbraccio, il piccolo possa ritrovare l’equilibrio.

Questo metodo inizialmente era applicato a bambini affetti da disturbi delle spettro autistico o disturbi pervasivi dello sviluppo; negli anni 70 Marta Welch, psicoterapeuta, ne ha proposto la sperimentazione con i bambini normodotati.

Alla base di questa idea, la constatazione della Dott.ssa Welch che come i neonati hanno bisogno del contatto fisico con la madre, anche i bambini più grandi traggono beneficio da questo contatto, che li rassucura.

Il bambino deve essere avvolto dal nostro abbraccio, con dolcezza ma anche con grande fermezza, mantenendo se possibile un contatto visivo. Solitamente, dopo un momento iniziale, la tensione del bambino si scioglie e il nostro abbraccio viene ricambiato.

La principale difficolta è quella di mantenere la fermezza dell’abbraccio, nonostante i calci e gli strepiti dei bambini. Potrebbero essere necessari alcuni minuti prima che il piccolo si calmi. Adottando questo metodo, il bambino si sentirà compreso ed accettato, calmando le sue paure e instaurando uno speciale legame affettivo.

E’ possibile però, essendo ogni bambino differente dall’altro, che ci siano dei piccoli che anzichè calmarsi, si agitino ulteriormente, arrivando addirittura ad avere una vera e propria crisi di panico. In questo caso sarà meglio scegliere un altro approccio.

C’è da sottolineare che il metodo Holding è assolutomente sicuro, da un punto di vista fisico. L’abbraccio deve essere fermo ma non rappresenta una forma di violenza per il bambino.

Si consiglia per approfondire questo metodo la lettura del testo di Marta Welch, non più in vendita, ma reperibile in biblioteca: L’abbraccio che guarisce. La tecnica corporea dell’holding per eliminare capricci, gelosie, eccessi d’ra dei bambini.