img-20170719-wa0007

Premiazione Campioni 2016

Sabato 2 dicembre presso la Sala delle Armi del CONI a Roma, si svolgerà la 6° Cerimonia di Premiazione “CAMPIONI 2016” per celebrare gli ottimi risultati ottenuti in ambito internazionale nel corso dell’anno sportivo 2016.

L’invito per la premiazione è giunto a destinazione all’a.s.d. GABRY DANCE del maestro Gabriele Cretoso, per le atlete Mariangela Correale e Noemi Cibelli, non solo per la categoria internazionale, ma anche per le migliori unità competitive dei Campionati Italiani 2017 nel settore paralimpico Wheelchair dance.

Alla cerimonia sarà presente anche il presidente della Federazione Italiana Danza Sportiva, Michele Barbone che premierà i singoli atleti.

Il maestro Gabriele Cretoso, che sarà lì presente per ritirare il premio con le sue campionesse wheelchair, dopo anni di duro lavoro e sacrificio è riuscito nell’arduo percorso che da anni ha imboccato, portando lustro al suo paese, che si trova alle falde del Vesuvio, alla Campania e all’intero Sud. Ma soprattutto è una soddisfazione per  il lavoro svolto, non solo con gli atleti, ma anche con il comitato regionale paralimpico C.I.P. Campania , siccome la danza sportiva è vista ancora come una nuova disciplina.

Il presidente del CIP Campania il Dott. Carmine Mellone, crede molto in questa disciplina e lo dimostra collaborando a far crescere il mondo della danza.

Il lavoro costante quotidiano ripaga e lo si può notare anche dalle classifiche dei medaglieri dei Campionati Italiani FIDS, in riferimento all’anno 2016 e anno 2017, in quanto l’a.s.d. Gabry Dance è collocata al primo posto, in entrambi gli anni, con un vantaggio enorme rispetto alla seconda classificata. Insomma proprio da record!

1-medagliere_001-1

“Non posso che essere felice”. Ogni giorno i miei ragazzi mi gratificano del lavoro che svolgo con loro e per loro. Penso che portiamo in alto il nome del nostro territorio e che stiamo scrivendo la storia nel mondo della danza sportiva paralimpica. I miei atleti credono in me, come io ho sempre fatto con loro e penso che questo basti per arrivare ogni volta a vette sempre più “alte” dice il maestro  Gabriele Cretoso.

 

Alessandra Auricchio